Bilancio - Dati Fondamentali Atlantia

Nom de la société:Atlantia
Description:
Il gruppo Atlantia opera nella costruzione e nella gestione, in regime di concessione, di autostrade e trafori a pedaggio, oltre alla produzione e all'erogazione di servizi direttamente o indirettamente connessi al servizio autostradale. Nel 2018 Atlantia ha portato a compimento l’acquisizione del gruppo Abertis e la rete autostradale gestita dal gruppo ammonta oggi a 14.000 km di autostrade a pedaggio in 22 paesi nel mondo.L’incorporazione di Gemina in Atlantia ha consentito l’ingresso del gruppo nel settore aeroportuale con la gestione di due aeroporti in Italia (Fiumicino e Ciampino), inoltre tramite Azzurra Aeroporti controlla in Francia gli aeroporti della Costa Azzurra (Nizza, Cannes-Mandelieu e Saint Tropez). Il gruppo serve complessivamente circa 60 milioni di passeggeri all’anno. Le società concessionarie autostradali in Italia controllate da Autostrade per l’Italia sono: Autostrade Meridionali (Napoli - Salerno), Tangenziale di Napoli, Società Autostrada Tirrenica, Società Italiana per il Traforo del Monte Bianco e Raccordo Autostradale Valle D'Aosta. Il gruppo opera all’estero in Polonia tramite Stalexport Autostrada Malopolska, in America del Sud (in Cile tramite il gruppo Costanera e Los Lagos, e in Brasile tramite il gruppo Atlantia Bertin (AB) Concessoes) e in India tramite Pune-Solapur Expressway.Con l’acquisizione di Abertis le concessioni in Italia sono: Autostrada Brescia Padova, in Francia: Sanef e sapn, oltre alle numerose presenti in Spagna, Porto Rico, Argentina; Brasile (Gruppo Arteris), Cile (Gruppo Vias Cile) e India.Nel settore industriale il gruppo tramite Pavimental e Spea Engineering è attivo nella progettazione di opere stradali nella pavimentazione e manutenzione stradale, mentre nei servizi integrati per la mobilità e la comunicazione offre informazioni sulle condizioni del traffico lungo la rete autostradale ed opera anche nella progettazione e realizzazione sul sedime autostradale di siti attrezzati per ospitare antenne e impianti di telecomunicazioni di diversi gestori.Nei servizi di telepedaggiamento opera tramite Telepass e Electronic Transaction Consultants e la neo acquisita Abertis Mobility service.
CEO:Carlo BertazzoWWW Address:www.atlantia.it
Chairman:Fabio CerchiaiTéléphone:06 44172652
Address:Via Antonio Nibby, 20Fax:
Ville:RomaEmail:investor.relations@atlantia.it
Pays:ItaliaISIN:IT0003506190
Code postal:00161
 Prix Prix chgmt [%] Achat Vente Volume High + Bas
 13,95 0,095 [0,69%] 13,925 13,94 1 315 928 13,975 13,595
 Ouverture Prev. Close Market Cap. Shares In Issue VWAP ROE (%) 52-Wks-Range
 13,635 13,855 11 519 686 661 825 783 990 13,87 9,69 9,14-24,95

CHIFFRES CLES - fermeture de la veille

(at previous day's close)
Fermeture de la veille13,855
Market Cap.11 441 237 181
Shares In Issue825 783 990
Preferred Shares in issue-
Nonvoting Shares in issue-
Convertible Shares in issue-

Performance de l'action - 5 dernieres années

Performance de l'action

Sample PeriodHigh+ Bas
1 sem.14,1813,07
4 Semaines15,5613,02
12 Semaines19,799,14
1 an24,959,14
3 Années28,619,14
5 Années28,619,14

Shareholders Chart

Balance Summary (in thousands of euros)

30/6/201930/6/201831/12/201831/12/2017
Sales and Services Revenue5 604 0002 903 0006 916 0005 966 000
EBITDA3 447 0001 743 0004 205 0003 690 000
EBIT2 267 0001 137 0002 243 0002 578 000
Group Result777 000531 000818 0001 172 000
Net Result1 147 000618 0001 083 0001 432 000
Cash Flow----
Total Net Assets15 705 41611 558 87416 331 74711 762 978
Net Financial Position-43 167 857-12 613 164-42 194 469-11 818 748
RISULTATI AL 30 GIUGNO 2019 - I risultati del primo semestre 2019 del gruppo Atlantia non sono confrontabili con quelli dello stesso periodo del 2018 in quanto a partire dal mese di novembre 2018 è entrato nel perimetro di consolidamento il gruppo Abertis a seguito del perfezionamento, il 29 ottobre 2018, dell’acquisizione di Abertis Infraestructuras SA.
I ricavi sono complessivamente saliti del 93% (da 2.903 a 5.604 milioni), ed in tale ambito i ricavi da pedaggio sono più che raddoppiati passando da 2.026 a 4.493 milioni, i ricavi per servizi aeronautici sono aumentati dell’1,8% a 394 milioni e gli altri ricavi operativi sono passati da 490 a 717 milioni (+46,3%).
Nel semestre il traffico autostradale sulla rete italiana del gruppo è salito dell’1%, mentre sulla rete estera è salito del 6,1% in Cile, del 5,9% in Brasile e dell’1,6% in Polonia.
Il traffico passeggeri di Aeroporti di Roma è aumentato del 2% a 23,4 milioni di passeggeri, mentre il traffico passeggeri dell’aeroporto di Nizza, in concessione ad Aeroports de la Cote d’Azur, è salito del 5,7% a 6,7 milioni di passeggeri.
Complessivamente i ricavi operativi delle attività autostradali italiane sono aumentati del 4% a 1.968 milioni ed in particolare i ricavi netti da pedaggio dell’1% a 1.761 milioni.
Per le attività autostradali estere i ricavi operativi sono saliti dell’11% a 341 milioni (ma +15% al netto dell’effetto cambi, grazie agli adeguamenti tariffari ed alla crescita del traffico in tutte le aree considerate).
I ricavi delle attività aeroportuali italiane sono saliti del 3% a 451 milioni ed in particolare quelli per servizi aeronautici sono aumentati del 2% a 319 milioni per effetto del positivo andamento dei volumi di traffico.
Gli altri ricavi operativi sono saliti del 4% a 132 milioni principalmente per effetto del positivo andamento dei ricavi commerciali favorito sia dall’aumento dei passeggeri sia dal migliore mix di traffico in termini di propensione alla spesa, nonché dei ricavi da subconcessioni immobiliari.
Quanto alle attività aeroportuali estere, i ricavi sono rimasti quasi invariati a 161 milioni (ma al netto delle partite one-off sono lievemente saliti), di cui 75 per servizi aeronautici (pressochè stabili) e 66 per servizi commerciali (in lieve diminuzione, ma il primo semestre 2018 comprendeva l’impatto positivo della cessione di un’area dell’aeroporto di Nizza nell’ambito di accordi di scambio di aree per progetti di sviluppo immobiliare).
Abertis ha registrato nel primo semestre 2019 ricavi operativi in aumento del 3% a 1.786 milioni grazie alla crescita del traffico e degli adeguamenti tariffari.
I costi operativi netti del gruppo Atlantia sono aumentati in misura inferiore ai ricavi (+89,5% a 2.052 milioni), ed in particolare i costi esterni gestionali sono passati da 468 a 1.121 milioni (di cui 491 riferiti ad Abertis), gli oneri concessori da 247 a 293 milioni (in relazione ai maggiori volumi di traffico e a 30 milioni riferiti ad Abertis) ed il costo del lavoro netto da 445 a 743 milioni, di cui 278 riferiti ad Abertis (+67%).
Così l’ebitda del gruppo è aumentato da 1.743 a 3.447 milioni (+97,8%) e, in tale ambito, quello delle attività autostradali italiane è sceso del 6%, quello delle attività autostradali estere è salito dell’8% (+15% a cambi costanti), quello delle attività aeroportuali italiane è salito del 2% e quello delle attività aeroportuali estere è sceso del 4,9% a 58 milioni; l’ebitda di Abertis è ammontato a 1.786 milioni (+7%, e +8% su base omogenea).
Gli ammortamenti, svalutazioni e ripristini di valore del gruppo sono passati da 565 a 1.225 milioni (di cui 635 riferiti ad Abertis), gli accantonamenti a fondi ed altri stanziamenti rettificativi da 118 sono scesi a 60 milioni, e il rilascio di fondi operativi è salito da 77 a 105 milioni.
L’ebit del gruppo è quindi passato da 1.137 a 2.267 milioni (+99,4%).
Il saldo complessivo negativo della gestione finanziaria è passato da 260 a 661 milioni, di cui 530 riferiti ad Abertis inclusi quelli correlati al finanziamento per l’acquisizione del controllo del gruppo Abertis.
L’indebitamento finanziario netto al 30/6/2019 ammontava a 42.168 milioni, rispetto ai 42.194 milioni di fine 2018.
Nel complesso l’utile ante imposte è salito da 875 a 1.611 milioni (+84,1%).
L’incidenza fiscale è lievemente diminuita, passando dal 29,4% al 28,2% (in presenza di imposte aumentate da 257 a 454 milioni).
Dopo l’imputazione a terzi di una quota di utile di competenza passata da 87 a 370 milioni, l’utile netto ha raggiunto 777 milioni, il 46,3% in più rispetto ai 531 milioni al 30/6/2018.
Su base omogenea, l’utile del gruppo sarebbe rimasto pressochè invariato rispetto al primo semestre 2018.
Atlantia ha predisposto il confronto fra alcuni dati del primo semestre 2019 e l’aggregato pro-forma tra i dati ante acquisizione di Abertis e quelli di Abertis per il primo semestre 2018.
In tale ottica i ricavi operativi complessivi sarebbero passati da 5.425 a 5.604 milioni (+3,3%), i costi operativi netti da 1.925 a 2.052 milioni (+6,6%) e l’ebitda da 3.500 a 3.552 milioni (+1,5%).
RISULTATI AL 31 DICEMBRE 2018 - I risultati 2018 del gruppo Atlantia non sono pienamente comparabili con quelli dell’esercizio precedente in quanto includono, nell’ultimo bimestre, il consolidamento del gruppo Abertis a seguito del perfezionamento, il 29 ottobre 2018, dell’acquisizione di Abertis Infraestructuras SA.
I ricavi sono complessivamente saliti del 15,9% (da 5.966 a 6.916 milioni), ed in tale ambito i ricavi da pedaggio sono aumentati del 19% a 4.992 milioni, i ricavi per servizi aeronautici del 5,3% a 834 milioni e gli altri ricavi operativi dell’11,3% a 1.090 milioni.
Non considerando Abertis i ricavi sarebbero saliti del 2%.
Nel periodo il traffico autostradale sulla rete italiana del gruppo è salito dello 0,2% (+0,5% tenendo conto che nel 2018 vi è stato un impatto negativo delle precipitazioni nevose), mentre sulla rete estera (non includendo Abertis) è salito del 2,7% (in particolare +4,6% in Cile, +0,7% in Brasile e +5,2% in Polonia).
Il traffico passeggeri di Aeroporti di Roma è aumentato del 4,2% a 42 milioni di passeggeri, mentre il traffico passeggeri dell’aeroporto di Nizza, in concessione ad Aeroports de la Cote d’Azur, è salito del 4,1% a 13,9 milioni di passeggeri.
Complessivamente i ricavi operativi delle attività autostradali italiane sono aumentati del 2% a 4.004 milioni ed in particolare i ricavi netti da pedaggio del 2% a 3.658 milioni, andamento riconducibile all’applicazione degli adeguamenti tariffari annuali ed all’effetto positivo derivante dalla crescita del traffico e dal suo mix (l’esenzione del pedaggio nell’area genovese ha portato a minori ricavi per 7 milioni).
Per le attività autostradali estere (sempre non considerando Abertis) i ricavi operativi sono scesi del 3% a 626 milioni (ma +6% al netto dell’effetto cambi, grazie agli adeguamenti tariffari ed alla crescita del traffico in tutte le aree considerate e nonostante lo sciopero degli autotrasportatori in Brasile a maggio 2018 con la conseguente misura di esenzione del pedaggiamento degli assi sospesi adottata dallo Stato di San Paolo).
I ricavi da pedaggio di Abertis sono ammontati a 754 milioni.
I ricavi delle attività aeroportuali italiane sono saliti del 5% a 935 milioni ed in particolare quelli per servizi aeronautici sono aumentati del 5% a 667 milioni per effetto dell’andamento crescente del traffico passeggeri.
Gli altri ricavi operativi sono saliti del 3% a 268 milioni grazie al positivo andamento dei ricavi commerciali su tutte le linee di business e dei ricavi da subconcessioni immobiliari.
Quanto alle attività aeroportuali estere, i ricavi sono salti del 9% a 305 milioni, di cui 167 per servizi aeronautici (+5% grazie alla significativa crescita del traffico e ai movimenti di general aviation) e 138 per servizi commerciali (+13,1% per l’andamento positivo dei ricavi commerciali e dei parcheggi e per l’impatto, pari a 5 milioni, della cessione di un’area dell’aeroporto di Nizza nell’ambito di accordi di scambio di aree per progetti di sviluppo immobiliare).
Gli altri ricavi operativi del gruppo sono aumentati dell’11,3% a 1.090 milioni, di cui 73 riferiti ad Abertis.
I costi operativi netti del gruppo sono aumentati in misura molto superiore ai ricavi, e includono 277 milioni di Abertis; in particolare i costi per servizi sono balzati del 38,3% a 1.206 milioni, incremento dovuto agli interventi ciclici di manutenzione realizzati dalle concessionarie brasiliane Triangulo do Sol e Rodovias das Colinas, nonché agli oneri conseguenti al crollo di una sezione del Viadotto Polcevera.
Lieve aumento degli oneri concessori (+3,7% a 532 milioni, di cui 10 riferiti ad Abertis) in relazione ai maggiori volumi di traffico.
Il costo del lavoro netto è aumentato del 9,2% a 973 milioni ma, escludendo il dato di Abertis pari a 108 milioni, vi sarebbe stata una flessione per il minor fair value dei piani di incentivazione del management, un minor numero medio di dipendenti e una maggiore quota di costo capitalizzata.
Comunque l’ebitda del gruppo è aumentato del 14% a 4.205 milioni e, in tale ambito, quello delle attività autostradali estere è sceso del 5% a 457 milioni (+3% a cambi costanti), quello delle attività aeroportuali italiane è salito del 6% a 580 milioni e quello delle attività aeroportuali estere del 14,9% a 139 milioni.
Gli ammortamenti, svalutazioni e ripristini di valore del gruppo sono aumentati da 1.012 a 1.357 milioni, di cui 222 riferiti ad Abertis.
Inoltre gli accantonamenti a fondi ed altri stanziamenti rettificativi sono passati da 100 a ben 605 milioni per l’aggiornamento della stima del valore attuale degli interventi futuri di rinnovo dell’infrastruttura in concessione di Aéroports de la Cote d’Azur ma, soprattutto, per la presenza di 437 milioni di oneri relativi agli accantonamenti iscritti da Autostrade per l’Italia a seguito del crollo di una sezione del Viadotto Polcevera.
Così, l’ebit del gruppo è passato da 2.578 a 2.243 milioni (-13%).
Il saldo complessivo negativo della gestione finanziaria è peggiorato da 513 a 724 milioni in presenza, al 31/12/2018, di un indebitamento finanziario netto pari a 42.194 milioni (a fronte di 11.819 milioni a fine 2017), incremento essenzialmente dovuto agli impatti connessi all’acquisizione e al consolidamento del gruppo Abertis e, in una transazione separata, dell’acquisto della partecipazione in Hochtief per 2.411 milioni.
L’incremento degli oneri finanziari netti è dovuto, in primo luogo, all’apporto degli oneri finanziari del gruppo Abertis (148 milioni) nonché degli interessi passivi e la quota di oneri accessori rilevati da Abertis HoldCo correlati all’acquisizione (per 176 milioni).
L’utile ante imposte è così sceso del 26,4% a 1.519 milioni.
L’incidenza fiscale è passata dal 30,6% al 29% (in presenza di imposte scese da 632 a 440 milioni), in quanto nel 2017 erano presenti le imposte (pari a 46 milioni) da sostenere con riferimento alla distribuzione del dividendo straordinario in natura da Autostrade per l’Italia ad Atlantia mediante assegnazione delle partecipazioni azionarie in Autostrade dell’Atlantico e Autostrade Indian Infrastructure Development.
Dopo l’imputazione a terzi di una quota di utile di competenza passata da 260 a 265 milioni, l’utile netto si è attestato a 818 milioni, il 30,2% in meno rispetto ai 1.172 milioni al 31/12/2017.
Il dividendo, pari a 0,9 euro per azione, viene distribuito in unica soluzione il 22 maggio 2019.

Stato Patrimoniale

30/6/201930/6/201831/12/201831/12/2017
Avviamento21 381 0944 548 79721 322 5224 548 756
Attività immateriali35 984 55522 395 99236 304 35522 875 805
Immobilizzazioni Materiali812 078284 034694 925302 291
Investimenti Immobiliari1 84586844508
Partecipazioni e altre attività finanziarie8 152 9023 562 6398 134 7852 583 099
Altre Attività non Correnti1 777 7191 220 9721 735 6071 266 168

Totale Attività non Correnti

68 110 19332 012 52068 193 03831 576 627
Rimanenze112 62496 809118 47095 002
Crediti Commerciali2 733 6931 848 1912 268 2201 703 106
Altre Attività Correnti1 392 926289 3411 502 478266 541
Liquidità e Disponibilità Finanziarie5 112 5505 529 0556 027 9076 404 923

Totale Attività Correnti

9 351 7937 763 3969 917 0758 469 572
Attività destinate alla vendita1 510 31610 7621 563 46811 061

Totale Attivo

78 972 30239 786 67879 673 58140 057 260
Capitale Sociale825 784825 784825 784825 784
Azioni Proprie7 8197 9177 8197 982
Riserve6 506 4507 329 0416 805 9816 782 575
Utile (Perdite) d'Esercizio777 000531 000818 0001 172 000

Patrimonio Netto di Gruppo

8 101 4158 677 9088 441 9468 772 377
Patrimonio netto di Terzi7 604 0012 880 9667 889 8012 990 601

Patrimonio netto Complessivo

15 705 41611 558 87416 331 74711 762 978
Debiti Finanziari a Lungo Termine42 685 83315 463 28044 151 38815 969 835
Fondo TFR e altri fondi del personale279 756137 793291 261142 296
Fondo per rischi e oneri5 042 0064 068 1465 153 1544 384 892
Altre passività non correnti3 544 3852 301 1433 772 2252 361 770

Totale Passività non correnti

51 551 98021 970 36253 368 02822 858 793
Debiti Finanziari a Breve Termine5 594 5742 678 9394 070 9882 253 836
Debiti Commerciali2 232 4591 563 7262 139 3001 581 773
Altre Passività correnti3 352 9462 014 3353 224 9781 593 614

Totale Passività correnti

11 179 9796 257 0009 435 2665 429 223
Passività correlate ad attività destinate alla vendita534 927442538 5406 266

Totale passivo

78 972 30239 786 67879 673 58140 057 260

Conto Economico - Profit & Loss

30/6/201930/6/201831/12/201831/12/2017
Ricavi delle vendite e delle prestazioni5 604 0002 903 0006 916 0005 966 000
Altri ricavi----

Totale ricavi

5 604 0002 903 0006 916 0005 966 000
Costo del venduto----
Utile lordo industriale----
Spese generali e amministrative----
Spese di ricerca e sviluppo----
Spese di vendita----
Altri ricavi (costi) operativi netti----
Altri proventi (oneri) non ricorrenti----
Variazione delle rimanenze----
Consumi di materie prime----
Costo del personale743 000445 000973 000891 000
Costi per servizi1 121 000468 0001 206 000872 000
Altri costi operativi293 000247 000532 000513 000
Altri proventi non ricorrenti----
Altri oneri non ricorrenti----
EBITDA3 447 0001 743 0004 205 0003 690 000
Ammortamenti1 225 000565 0001 357 0001 012 000
Accantonamenti per rischi, oneri e svalutazioni-45 00041 000605 000100 000
EBIT2 267 0001 137 0002 243 0002 578 000

Saldo gestione finanziaria

-656 000-262 000-724 000-513 000
a) Proventi Finanziari137 00037 000109 00073 000
b) Oneri Finanziari45 00022 000837 000584 000
c) Altri Proventi (Oneri) Finanziari-748 000-277 0004 000-2 000
Ripristini (svalutazioni) / Plusvalenze (Minusvalenze)----

Risultato prima delle imposte

1 611 000875 0001 519 0002 065 000
Imposte sul reddito454 000257 000440 000632 000
Risultato netto attività di funzionamento1 157 000618 0001 079 0001 433 000
Risultato attività destinata a cessare-10 000-4 000-1 000

Risultato netto

1 147 000618 0001 083 0001 432 000
Risultato di pertinenza di terzi370 00087 000265 000260 000
Risultato di pertinenza del Gruppo777 000531 000818 0001 172 000
Dernières Valeurs Consultées
BIT
ATL
Atlantia
Inscrivez-vous aujourd'hui pour consulter ce titre en streaming sur le Moniteur ADVFN. Vous pourrez ajouter et visualiser jusqu'à 110 des vos actions préférée et c'est complètement gratuit..

Les cours EURONEXT (CAC 40, etc. ) et FOREX (les devises) sont en direct si connecté.
NYSE, AMEX, et ASX sont en différé d'environ 20 minutes. Les autres cours sont en différé d'environ 15 minutes.

En accédant aux services disponibles de ADVFN, vous acceptez les Conditions Générales de ADVFN Conditions Générales

P: V:fr D:20200524 23:27:19