Bilancio - Dati Fondamentali Banca Monte dei Paschi di Siena

Nom de la société:Banca Monte dei Paschi di Siena
Description:
La Banca Monte dei Paschi di Siena, nata nel 1472, è ritenuta la più antica banca del mondo. E’ oggi a capo di uno dei principali gruppi bancari italiani e opera sull'intero territorio nazionale e sulle principali piazze internazionali, principalmente nei servizi retail e commercial banking, e si rivolge in particolare verso le famiglie e le piccole e medie imprese. Tramite società specializzate opera nel leasing e nel factoring, nella finanza d’impresa e nell’investment banking. Nel ramo assicurativo opera in partnership con AXA.
CEO:Guido BastianiniWWW Address:www.gruppomps.it
Chairman:Maria Patrizia GriecoTéléphone:0577 294111
Address:Piazza Salimbeni, 3Fax:0577 294356
Ville:SienaEmail:investor.relations@mps.it
Pays:ItaliaISIN:IT0005218752
Code postal:53100
 Prix Prix chgmt [%] Achat Vente Volume High + Bas
 1,091 0,019 [1,77%] 1,091 1,095 3 923 926 1,119 1,075
 Ouverture Prev. Close Market Cap. Shares In Issue VWAP ROE (%) 52-Wks-Range
 1,079 1,072 1 093 624 823 1 002 405 887 1,10 -12,48 0,98-2,24

CHIFFRES CLES - fermeture de la veille

(at previous day's close)
Fermeture de la veille1,072
Market Cap.1 074 579 111
Shares In Issue1 002 405 887
Preferred Shares in issue-
Nonvoting Shares in issue-
Convertible Shares in issue-

Performance de l'action - 5 dernieres années

Performance de l'action

Sample PeriodHigh+ Bas
1 sem.1,141,06
4 Semaines1,181,03
12 Semaines1,291,00
1 an2,240,98
3 Années3,960,98
5 Années87,000,98

Shareholders Chart

Balance Summary (in thousands of euros)

30/6/202030/6/201931/12/201931/12/2018
Financial & Insurance Margin1 421 7001 567 4003 200 2683 231 942
Group Net Profit-1 088 70093 100-1 033 011278 578
Customer's Receivables91 857 30087 483 70088 985 13386 166 239
Gross Non-Performing Loans4 798 0008 306 9006 442 6768 584 135
Total Funding138 164 700128 406 400129 298 120125 972 905
Total Net Assets7 159 8009 338 4008 280 8888 994 201
Total Customer Funding97 344 50091 959 60093 970 17389 249 061
ANALISI RISULTATI AL 30 GIUGNO 2020 - Chiusura in deciso rosso per il Monte dei Paschi di Siena nel primo semestre 2020.
Il margine di interesse è sceso ben del 20%, passando da 805,7 a 644,3 milioni, a seguito della dinamica negativa degli attivi fruttiferi ed in particolare degli impieghi commerciali (contrazione dei volumi medi e calo dei relativi rendimenti, che hanno risentito anche delle cessioni di crediti Unlikely to Pay effettuate nel corso del 2019 e della cessione a giugno 2019 della controllata BMP Belgio Sa).
E’ inoltre salito il costo della raccolta sul mercato a seguito del ritorno della banca alle emissioni obbligazionarie, avvenuto nel secondo semestre 2019 e proseguito nel primo trimestre 2020.
Anche le commissioni nette sono scese del 7,2% a 669,8 milioni, per effetto della minore operatività della rete nei mesi di lockdown che ha penalizzato soprattutto le commissioni su crediti (per minori provvigioni su crediti intermediati) e le commissioni su servizi, mentre quelle da gestione risparmio sono rimaste stabili grazie ai collocamenti realizzati nei primi 2 mesi dell’anno e alla ripresa in giugno, oltre alla partecipazione al collocamento del BTP Italia XVI emissione avvenuto a maggio.
Il margine di intermediazione primario è così passato da 1.527,5 a 1.314,1 milioni (-14%).
Per contro il risultato della gestione finanziaria è balzato da 39,9 a 107,6 milioni, grazie a risultati dell’attività di cessione/riacquisto balzati da 17,5 a 76,7 milioni per maggiori utili da cessione di titoli governativi italiani; invece il risultato dell’attività di trading è sceso da 60,8 a 21,1 milioni per il minor contributo di MPS Capital Services (che ha risentito dello sfavorevole andamento dei mercati finanziari connesso all’emergenza Covid-19) e al venir meno di effetti positivi registrati sui derivati di copertura di passività al fair value.
Il margine della gestione finanziaria e assicurativa è in ogni caso sceso del 9,3% a 1.421,7 milioni.
Le rettifiche su crediti e altre attività finanziarie sono poi balzate da 251,3 a 534,6 milioni, di cui 300 determinati dal mutato scenario macroeconomico legato al diffondersi della pandemia Covid-19, che ha influenzato i livelli di rischiosità del portafoglio.
Pertanto il risultato netto della gestione finanziaria e assicurativa è sceso da 1.312,8 a 884,3 milioni (-32,6%).
Balzo del 17,6%, a 1.581,8 milioni, per i costi operativi; in tale ambito le spese per il personale sono rimaste stabili (-0,8% a 707,5 milioni), in presenza di un numero di dipendenti sceso da 22.223 a 22.123 unità.
Le altre spese amministrative sono diminuite del 9,1% a 265 milioni, soprattutto a seguito del deconsolidamento di BMP Belgio, della chiusura delle filiali avvenuta nel 2019 e della ridotta operatività nel periodo di lockdown.
Ma gli accantonamenti per rischi e oneri sono balzati da 23,9 a 350,9 milioni (riconducibili principalmente a rischi legali e ai rischi connessi ad accordi contrattuali, mentre quelli del primo semestre 2019 si riferivano agli accantonamenti per impegni assunti dalla capogruppo a fronte dei ristori connessi all’operatività in diamanti).
Così il risultato operativo netto ha peggiorato il valore negativo da 31,9 a 697,5 milioni.
Gli utili da partecipazioni sono aumentati da 31,8 a 41,5 milioni, ma comunque si è passati da un utile ante imposte di 6,6 milioni si è passati a una perdita ante imposte di 656 milioni.
Dopo imposte per 432,8 milioni (nel primo semestre 2019 vi era stato un effetto fiscale positivo di 95,8 milioni, derivante dal reassessment parziale di DTA da perdite fiscali, maturate e non iscritte nei precedenti esercizi, mentre nel primo semestre 2020 ha avuto luogo una revisione del valore delle attività per imposte anticipate operata in virtù dell’aggiornamento delle stime interne dal 2020 al 2024 per tener conto dell’evoluzione dello scenario macroeconomico delineatasi a seguito della pandemia), si è passati da un utile netto di 93,1 milioni a una perdita netta di 1.088,7 milioni.
Al 30/6/2020 il Common Equity Tier I ratio era pari al 13,4% ed il Total Capital Ratio al 16%.
RISULTATI 2019 – Torna in rosso nel 2019 il Monte dei Paschi di Siena, ma esclusivamente per effetto delle imposte (nell’esercizio precedente vi era stato un beneficio fiscale).
Il margine di interesse si è ridotto ben del 13,3%, passando da 1.718,7 a 1.490,4 milioni, in gran parte per effetto delle attività poste in essere per rispettare alcuni dei “commitment” del piano di ristrutturazione (riduzione degli NPE, che ha causato minori interessi su attività finanziarie impaired per 51 milioni, cessione di BMP Belgio che ha portato a un effetto negativo sul margine di interesse per 12 milioni, e ritorno sul mercato delle emissioni istituzionali con un costo aggiuntivo di 30 milioni9.
Inoltre lo sviluppo commerciale incentrato su clientela meno rischiosa ha dato luogo anche a una riduzione dei tassi applicati.
Le commissioni nette sono anch’esse scese del 4,8% a 1.448,8 milioni, soprattutto per la riduzione dei proventi sulla gestione del risparmio e delle commissioni su crediti (che nel 2018 avevano beneficiato di 15 milioni di proventi non ricorrenti legati al rinnovo dell’accordo di distribuzione con Compass), nonché dei servizi di pagamento.
Il margine di intermediazione primario è così passato da 3.240,2 a 2.939,2 milioni (-9,3%).
Invece il risultato della gestione finanziaria, che nel 2018 era stato negativo per 8,3 milioni per lo più a seguito dei risultati negativi delle attività/passività valutate obbligatoriamente a fair value, nel 2019 ha evidenziato un valore positivo per ben 261,1 milioni.
Ciò grazie a un incremento di 86 milioni del risultato netto dell’attività di trading per il maggior contributo di MPS Capital Services, di 63 milioni del risultato netto delle attività/passività valutate a fair value per effetto della rivalutazione dei titoli rivenienti dalle operazioni di ristrutturazione del debito del gruppo Sorgenia e Tirreno Power, che è ammontata a 155 milioni, e alla crescita da 38 a 113 milioni dei risultati da cessione/riacquisto titoli a seguito delle consistenti cessioni effettuate nel quarto trimestre 2019.
Il margine della gestione finanziaria e assicurativa è nel complesso rimasto stabile (-1% a 3.200,3 milioni).
Le rettifiche su crediti e altre attività finanziarie sono lievemente aumentate, passando da 603,8 a 609,7 milioni; l’incremento è esclusivamente dovuto all’applicazione del principio contabile IFRS 16, senza il quale vi sarebbe stata una diminuzione di circa 33 milioni.
Ciò ha portato a un risultato netto della gestione finanziaria e assicurativa sostanzialmente stabile (-1,1% a 2.586,3 milioni.
I costi operativi sono nel complesso scesi del 6,8% a 2.616,3 milioni, e in tale ambito le spese per il personale sono diminuite del 10,4% a 1.408,1 milioni, in quanto gli organici sono passati da 23.129 a 22.040 unità.
Ed anche le altre spese amministrative sono diminuite del 5,7% a 601 milioni, ma in questo caso l’effetto dell’IFRS 16 è stato positivo perché ha portato allo scomputo degli affitti; nel 2019 sono salite le spese legali connesse al recupero crediti.
Ne è derivato un risultato operativo netto negativo in forte miglioramento, in quanto è sceso da 192,8 a 30 milioni (-84,4%).
Gli utili da partecipazioni sono scesi da 116 a 83,6 milioni, e quelli da cessione investimenti da 50 a soli 3 milioni (legati alla cessione di immobili, mentre nel 2018 vi erano stati i proventi da cessione di Juliet).
Comunque da una perdita ante imposte di 76,8 milioni si è passati a un utile ante imposte per 53,6 milioni.
Nel 2018 però vi era stato un effetto fiscale positivo per 421,1 milioni e, dopo lo scomputo di perdite per attività in cessione per 65,7 milioni, si era giunti a un utile netto di 278,6 milioni.
Nel 2019 invece le imposte sono ammontate a ben 1.068,7 milioni (mentre le perdite per attività in cessione sono state di 18,1 milioni), e derivano dalla revisione del valore delle attività per imposte anticipate (DTA) iscritte in bilancio, per tener conto degli effetti sui futuri redditi imponibili derivanti dalla reintroduzione dell’agevolazione fiscale “ACE Aiuto alla Crescita Economica” e del deterioramento dello scenario macroeconomico.
Si è così giunti a una perdita netta al 31/12/2019 pari a 1.033 milioni.
A fine 2019 il Common Equity Tier I Ratio era pari al 14,7% e il Total Capital Ratio al 16,7%.
La banca nel 2019 non ha raggiunto gli obiettivi reddituali previsti dal Piano di Ristrutturazione, e pertanto dovrebbe essere effettuata un’ulteriore riduzione di costi per 100 milioni entro il 2021.

Stato Patrimoniale

30/6/202030/6/201931/12/201931/12/2018

Attivo Fruttifero

127 141 700111 679 000122 976 776118 930 093
Crediti verso la clientela91 857 30087 483 70088 985 13386 166 239
Crediti verso banche21 577 40012 474 40015 722 40412 330 621
Attività finanziarie totali13 707 00011 720 90018 269 23920 433 233

Cassa e disponibilità liquide

----

Attività materiali e immateriali

----
Attività materiali----
Attività immateriali----
di cui: Avviamento7 9007 9007 9007 900

Attività fiscali

----

Riserve tecniche a carico dei riassicuratori

----

Attività in via di dismissione

----

Altre attività

----

Totale Attivo

141 656 100131 538 900132 196 007130 481 006

Massa Amministrata

138 164 700128 406 400129 298 120125 972 905
a) Patrimonio Netto di Gruppo7 158 4009 336 4008 279 1188 991 959
b) Patrimonio Netto di Pertinenza di Terzi1 4002 0001 7702 242
c) Fondo TFR180 300182 800178 653192 116
d) Passività  Fiscali----
e) Fondi per Rischi e Oneri1 390 6001 279 7001 209 8741 479 041
f) Raccolta Fiduciaria123 529 000113 096 900114 148 310111 087 471
di cui: Debiti verso clientela85 335 00077 149 00076 526 91976 113 224
di cui: Titoli in circolazione----
di cui: Debiti verso banche26 184 50021 137 30020 178 13721 838 410
g) Passività  finanziarie totali----
Riserve tecniche----

Passività di attività in via di dismissione

----

Altre passività

----

Totale passivo

141 656 100131 538 900132 196 007130 481 006

Conto Economico - Profit & Loss

30/6/202030/6/201931/12/201931/12/2018
Margine interesse644 300805 7001 490 3541 718 730
Commissioni nette669 800721 8001 448 8191 521 488
Premi netti----
Saldo proventi (oneri) assicurativi----2
Risultato netto gestione assicurativa----2

Margine intermediazione primario

1 314 1001 527 5002 939 1733 240 216
A) Proventi / oneri su attività passività finanziarie----
a) Dividendi e Proventi Simili9 7009 70011 21211 173
b) Risultato Netto Attività di Negoziazione----
c) Risultato Netto Attività di Copertura----
B) Utile (perdita) da cessione o riacquisto76 70017 500112 59935 884
C) Risultato netto delle attività / passività finanziarie al fair value----
a) Risultato netto attività valutate al fair value----
b) Risultato netto passività valutate al fair value----

Ricavi gestione finanziaria (A+B+C)

107 60039 900261 095-8 274

Margine gestione finanziaria e assicurativa

1 421 7001 567 4003 200 2683 231 942
Rettifiche / riprese di valore nette per deterioramento di:-534 600-251 300-609 716-603 823
a) Crediti----
b) Altre Attività Finanziarie----
Risultato netto gestione finanziaria e assicurativa884 3001 312 8002 586 2802 615 420

Costi operativi

1 581 8001 344 7002 616 2732 808 172
a) Spese Amministrative1 219 2001 242 1002 467 3812 711 913
di cui: Spese per il Personale707 500713 2001 408 0781 571 945
b) Rettifiche di Valore su Attività Materiali----
c) Rettifiche di Valore su Attività Immateriali----
d) Accantonamenti per Rischi e Oneri-350 900-23 900-72 010-69 434
e) Altri Proventi (Oneri) di gestione111 10063 600204 335246 360

Risultato operativo netto

-697 500-31 900-29 993-192 752

Altri proventi (oneri)

41 50038 50083 584115 956
a) Utili (Perdite) delle Partecipazioni38 40037 80080 62265 915
b) Risultato Netto Valutazioni al Fair Value Attvità Materiali e Immateriali----
c) Rettifiche di Valore dell'Avviamento----
d) Utili (Perdite) Cessione di Investimenti3 1007002 96250 041
Utile (perdita) atitività corrente al lordo delle imposte----
Imposte432 800-95 8001 068 673-421 121
Utile (perdita) attività corrente al netto delle imposte----
Utile (perdita) netto attività in dismissione----
Utile (perdita) netto del periodo-1 088 80093 100-1 033 142278 667
Utile (perdita) di pertinenza di terzi-100--13189
Utile (perdita) netto del Gruppo-1 088 70093 100-1 033 011278 578
Dernières Valeurs Consultées
BIT
BMPS
Bca Mps
Inscrivez-vous aujourd'hui pour consulter ce titre en streaming sur le Moniteur ADVFN. Vous pourrez ajouter et visualiser jusqu'à 110 des vos actions préférée et c'est complètement gratuit..

Les cours EURONEXT (CAC 40, etc. ) et FOREX (les devises) sont en direct si connecté.
NYSE, AMEX, et ASX sont en différé d'environ 20 minutes. Les autres cours sont en différé d'environ 15 minutes.

En accédant aux services disponibles de ADVFN, vous acceptez les Conditions Générales de ADVFN Conditions Générales

P: V:fr D:20210120 20:07:23