1. Accueil
  2. Investir
  3. Actions
  4. Italie
  5. BIT
  6. Eni Spa (ENI)
  7. Bilan Comptable

Bilancio - Dati Fondamentali Eni

Nom de la société:Eni
Description:
Eni è un gruppo integrato che opera in tutta la filiera dell’energia attivo nelle attività di ricerca, produzione, trasporto, trasformazione e commercializzazione di petrolio e gas naturale, oltre alla generazione e commercializzazione di energia elettrica, alla petrolchimica e all'ingegneria e costruzioni. L’attività del gruppo, presente in 68 Paesi nei cinque continenti, si articola nei seguenti settori di attività: Exploration e Production, Global Gas e LNG Portfolio, Refining e Marketing e Chimica, Plenitude e Power. Attraverso la divisione Exploration e Production (EeP) svolge attività di ricerca, esplorazione e produzione di idrocarburi (la commercializzazione è svolta dal settore raffinazione e marketing). Attraverso la divisione Global Gas e LNG Portfolio, Eni è presente nell'approvvigionamento, trasporto, rigassificazione, distribuzione e vendita di gas naturale e nel trasporto di idrocarburi liquidi via mare e per mezzo di oleodotti. Il settore Refining e Marketing e Chimica, per il quale è leader in Italia, comprende il Midstream, che riguarda la raffinazione con le nuove bioraffinerie e la chimica con le soluzioni per la chimica verde e il Downstream, che abbraccia le attività retail dalle benzine. Nella distribuzione di prodotti petroliferi è leader nel mercato italiano e vanta importanti posizioni in vari Paesi del resto d'Europa. Nella Chimica opera tramite Versalis (ex Polimeri Europa), presente nei settori della petrolchimica di base, stirenici ed elastomeri e polietilene. Il gruppo Eni attraverso Saipem opera a servizio dell’industria oil e gas nelle attività di Ingegneria e Costruzioni e di perforazioni sia offshore sia onshore. Il settore Plenitude e Power si occupa del retail Gas e Power e del business di generazione e vendita di energia elettrica da impianti termoelettrici e da fonti rinnovabili. All'interno della divisione Plenitude e Power, l'attività di generazione di energia elettrica è svolta presso i siti di Ferrera Erbognone, Ravenna, Mantova, Ferrara e Bolgiano.
CEO:Claudio DescalziWWW Address:www.eni.com
Chairman:Lucia CalvosaTéléphone:06 59821
Address:Piazzale Enrico Mattei, 1Fax:06 59822141
Ville:RomaEmail:investor.relations@eni.com
Pays:ItaliaISIN:IT0003132476
Code postal:00144
 Prix Prix chgmt [%] Achat Vente Volume High + Bas
 13,846 -0,29 [-2,05%] 14,66 13,88 10 575 025 14,226 13,85
 Ouverture Prev. Close Market Cap. Shares In Issue VWAP ROE (%) 52-Wks-Range
 14,16 14,136 49 450 822 530 3 571 487 977 - 13,1 10,42-14,85

CHIFFRES CLES - fermeture de la veille

(at previous day's close)
Fermeture de la veille14,136
Market Cap.50 486 554 043
Shares In Issue3 571 487 977
Preferred Shares in issue-
Nonvoting Shares in issue-
Convertible Shares in issue-

Performance de l'action - 5 dernieres années

Performance de l'action

Sample PeriodHigh+ Bas
1 sem.14,4013,85
4 Semaines14,5613,41
12 Semaines14,6612,79
1 an14,8510,42
3 Années14,855,73
5 Années16,895,73

Shareholders Chart

Balance Summary (in thousands of euros)

30/6/202230/6/202131/12/202131/12/2020
Sales and Services Revenue63 685 00030 788 00076 575 00043 987 000
EBITDA15 099 0007 877 00019 055 0008 307 000
EBIT11 322 0003 857 00012 341 000-3 275 000
Group Result7 398 0001 103 0005 821 000-8 635 000
Net Result7 408 0001 112 0005 840 000-8 628 000
Cash Flow----
Total Net Assets52 012 00040 580 00044 519 00037 493 000
Net Financial Position-12 777 000-15 277 000-14 324 000-16 586 000
RISULTATI AL 30 GIUGNO 2022 - Prosegue nel primo semestre 2022 il brillantissimo trend del gruppo ENI.
Del resto i ricavi caratteristici sono balzati da 30.788 a 63.685 milioni, in presenza di un prezzo medio del Brent salito del 66% (da 64,86 a 107,59 $ al barile), e di un cambio medio euro/$ passato da 1,205 a 1,093.
Dopo altri ricavi e proventi in diminuzione da 651 a 618 milioni (-5,1%), i ricavi complessivi sono passati da 31.439 a 64.303 milioni.
Ma ovviamente anche i costi per consumi di materie prime sono più che raddoppiati da 15.690 a 39.310 milioni; però ma il costo del lavoro è aumentato solo del 3,7% a 1.548 milioni (pur in presenza di un numero di dipendenti passato da 31.436 a 32.562 unità) e i costi per servizi del 3,5% a 5.331 milioni.
Per contro gli altri costi operativi sono balzati del 75,9% a 2.241 milioni e sono stati evidenziati altri oneri netti (special item) per 774 milioni.
L’ebitda è comunque pressochè raddoppiato (+91,7% a 15.099 milioni); gli ammortamenti sono saliti da 3.322 a 3.390 milioni e le svalutazioni da 67 a 165 miloni, mentre gli accantonamenti sono diminuiti da 631 a 222 milioni.
L’ebit è pertanto balzato da 3.857 a 11.322 milioni e l’ebit adjusted da 3.366 a 11.032 milioni.
A livello di ebit, il contributo del settore Esplorazione e Produzione è salito da 3.665 a 9.123 milioni (da 3.210 a 9.248 milioni su base adjusted), quello del Global Gas and LNG Portfolio ha invece peggiorato il valore negativo da 240 a 2.060 milioni (ma su base adjusted sarebbe passato da un valore negativo per 6 milioni a uno positivo per 917 milioni; il settore ha risentito di oneri netti da derivati su commodity per 2.977 milioni), mentre quello del Refining, Marketing e Chimica è passato da un valore negativo per 115 milioni a uno positivo per 2.279 milioni (su base adjusted il valore positivo è balzato da 70 a 1.013 milioni, grazie a margini di raffinazione molto favorevoli mentre il business Chimica ha risentito del forte aumento dei costi delle materie prime).
Il comparto Plenitude e Power ha visto balzare l’ebit da 828 a 2.613 milioni, mentre su base adjusted è salito solo del 5% a 325 milioni (il settore ha beneficiato dei maggiori volumi di energia rinnovabile e della crescita dei prezzi all’ingrosso).
Il saldo della gestione finanziaria è passato da un valore negativo per 950 milioni a uno positivo per 659 milioni essenzialmente perché il risultato da partecipazioni è passato da un valore negativo per 427 milioni a uno positivo per 1.509 milioni per i migliori risultati di joint-venture e collegate.
Al 30/6/2022 l’indebitamento finanziario netto ammontava a 12.777 milioni, in diminuzione rispetto ai 14.324 milioni di fine 2021.
Il flusso di cassa netto da attività operative è stato di 7.281 milioni (4.093 milioni nel primo semestre 2021), e gli investimenti netti del periodo sono ammontati a 3.439 milioni (2.904 milioni nel primo semestre 2021), mentre il flusso di cassa netto ante variazione circolante al costo di rimpiazzo adj è ammontato a 10.797 milioni (4.757 milioni nel primo semestre 2021).
Così l’utile ante imposte è balzato da 2.957 a 12.303 milioni; dopo imposte passate da 1.845 a 4.895 milioni (tax rate sceso dal 62,4% al 39,8% grazie al più favorevole mix geografico dei profitti nel settore Esplorazione e Produzione) e l’imputazione a terzi di una quota di utile di competenza passata da 9 a 10 milioni, l’utile netto è infine balzato da 1.103 a 7.398 milioni, e a livello rettificato da 1.199 a 7.078 milioni.
Per il settore Esplorazione e Produzione l’utile netto adjusted è balzato da 1.772 a 6.148 milioni, mentre il Global Gas and LNG Portfolio è passato da una perdita netta adjusted di 23 milioni a un utile netto adjusted di 598 milioni, l’utile netto adjusted del Refining e Marketing e Chimica è balzato da 24 a 878 milioni, mentre per Plenitude e Power l’utile netto adjusted è sceso del 4% a 214 milioni.
A partire dall’esercizio 2022 ENI pagherà il dividendo in 4 tranches di eguale ammontare, che per il 2022 sono state indicate in 0,22 euro per azione ciascuna; il primo acconto è stato messo in pagamento dal 21 settembre 2022, ed il secondo dal 23 novembre 2022.
RISULTATI 2021 - ENI chiude in bellezza l’esercizio 2021 anche grazie a effetti positivi non ricorrenti a fronte di oneri non ricorrenti molto pesanti nell’esercizio precedente.
Nell’intero esercizio i ricavi caratteristici sono balzati del 74,1% a 76.575 milioni, in presenza di un prezzo medio del Brent anch’esso balzato del 70% (da 41,67 a 70,73 $ al barile), e di un cambio medio euro/$ passato da 1,142 a 1,183.
Dopo altri ricavi e proventi in aumento da 960 a 1.196 milioni i ricavi complessivi hanno raggiunto 77.771 milioni (+73%).
I costi per consumi di materie prime sono però quasi raddoppiati, balzando del 92,4% a 40.980 milioni; per contro il costo del lavoro si è attestato a 2.888 milioni (+0,9%), in presenza di un numero di dipendenti passato da 31.495 a 32.689 unità.
I costi per servizi sono saliti del 9,6% a 10.646 milioni, mentre molto più accentuato è stato l’incremento degli altri costi operativi (+51,8% a 4.202 milioni).
In ogni caso l’ebitda è più che raddoppiato, balzando da 8.307 a 19.055 milioni.
Gli ammortamenti sono scesi da 7.304 a 7.063 milioni, mentre i costi di radiazione di pozzi esplorativi sono passati da 329 a 387 milioni.
Inoltre le svalutazioni di attività materiali e immateriali si sono ridotte da 3.183 a 167 milioni.
Si è così passati da una perdita operativa di 3.275 milioni a un utile operativo di 12.341 milioni; l’ebit adjusted è poi balzato da 1.898 a 9.667 milioni.
A livello di ebit adjusted, il contributo del settore Esplorazione e Produzione è salito da 1.547 a 9.303 milioni, quello del Global Gas and LNG Portfolio da 326 a 580 milioni e quello del Refining, Marketing e Chimica è balzato da 6 a 151 milioni.
Plenitude and Power (già ENI Gas e Luce e Renewables) ha visto passare l’ebit adjusted da 465 a 471 milioni (+19% a 363 milioni per Plenitude e -33% a 108 milioni per Power).
Gli special item a livello di utile operativo sono ammontati a proventi netti per 1.083 milioni, con proventi netti per 592 milioni nell’Esplorazione e Produzione (riprese di valore nette per giacimenti gas in Italia e altri asset in Congo, Libia, Algeria e USA), proventi netti per 319 milioni nel Global Gas and LNG Portfolio per effetto della componente valutativa dei derivati da commodity privi dei requisiti per l’hedge accounting o vendite a termine di gas di portafoglio per cui non è prevista la own use exemption, oneri netti per 1.495 milioni nel Refining, Marketing e Chimica (di cui 900 riferiti alla svalutazione del valore di libro residuo delle raffinerie Italia e una joint operation in Europa per il deterioramento del flussi di cassa attesi in relazione al peggioramento dello scenario SERM e maggiori oneri per l’acquisto di certificati emissivi, oltre a oneri per 400 milioni per il write-off di CGU con flussi di cassa attesi negativi, 150 milioni di oneri ambientali e oneri per derivati su commodity privi dei requisiti per l’hedge accounting per 50 milioni), e proventi netti per 1.889 milioni nel comparto Plenitude and Power essenzialmente riferiti alla componente valutativa dei derivati su commodity privi del requisito dell’hedge accounting, a seguito delle quotazioni record raggiunte dal gas naturale.
Nel 2021 gli oneri finanziari netti sono scesi da 895 a 558 milioni, in presenza al 31/12/2021 di un indebitamento finanziario netto in diminuzione a 14.324 milioni contro i 16.586 milioni di fine 2020.
Il flusso di cassa netto da attività operative (ante capitale circolante al costo di rimpiazzo) è stato di 12.713 milioni (6.726 milioni nel 2020), e gli investimenti netti del periodo sono ammontati a 5.817 milioni (4.970 milioni nel 2020).
Gli oneri netti su partecipazioni sono diminuiti da 1.658 a 868 milioni.
Così, da una perdita ante imposte di 5.978 milioni si è passati a un utile ante imposte di 10.685 milioni; dopo imposte passate da 2.650 a 4.845 milioni (tax rate del 45,3% nel 2021), si è passati da una perdita netta di 8.635 milioni a un utile netto di 5.821 milioni.
Viene confermato per l’esercizio 2021 un dividendo complessivo di 0,86 euro per azione, di cui 0,43 pagati a titolo di acconto il 29/9/2021 e 0,43 quale saldo in pagamento dal 25 maggio 2022.

Stato Patrimoniale

30/6/202230/6/202131/12/202131/12/2020
Avviamento--2 862 0001 297 000
Attività immateriali----
Immobilizzazioni Materiali60 579 00059 926 00061 120 00058 586 000
Investimenti Immobiliari----
Partecipazioni e altre attività finanziarie----
Altre Attività non Correnti----

Totale Attività non Correnti

----
Rimanenze8 820 0004 593 0006 072 0003 893 000
Crediti Commerciali19 104 00013 580 00018 850 00010 926 000
Altre Attività Correnti----
Liquidità e Disponibilità Finanziarie----

Totale Attività Correnti

----
Attività destinate alla vendita----

Totale Attivo

163 377 000119 989 000137 765 000109 648 000
Capitale Sociale4 005 0004 005 0004 005 0004 005 000
Azioni Proprie770 000581 000958 000581 000
Riserve41 284 00035 969 00035 569 00042 626 000
Utile (Perdite) d'Esercizio7 398 0001 103 0005 821 000-8 635 000

Patrimonio Netto di Gruppo

51 917 00040 496 00044 437 00037 415 000
Patrimonio netto di Terzi95 00084 00082 00078 000

Patrimonio netto Complessivo

52 012 00040 580 00044 519 00037 493 000
Debiti Finanziari a Lungo Termine26 086 00025 402 00028 103 00026 064 000
Fondo TFR e altri fondi del personale803 0001 226 000819 0001 201 000
Fondo per rischi e oneri11 959 00012 733 00013 593 00013 438 000
Altre passività non correnti----

Totale Passività non correnti

----
Debiti Finanziari a Breve Termine6 536 0006 558 0005 028 0005 640 000
Debiti Commerciali16 202 00014 302 00016 795 0008 679 000
Altre Passività correnti----

Totale Passività correnti

----
Passività correlate ad attività destinate alla vendita----

Totale passivo

163 377 000119 989 000137 765 000109 648 000

Conto Economico - Profit & Loss

30/6/202230/6/202131/12/202131/12/2020
Ricavi delle vendite e delle prestazioni63 685 00030 788 00076 575 00043 987 000
Altri ricavi618 000651 0001 196 000960 000

Totale ricavi

64 303 00031 439 00077 771 00044 947 000
Costo del venduto----
Utile lordo industriale----
Spese generali e amministrative----
Spese di ricerca e sviluppo----
Spese di vendita----
Altri ricavi (costi) operativi netti----
Altri proventi (oneri) non ricorrenti----
Variazione delle rimanenze----
Consumi di materie prime39 310 00015 690 00040 980 00021 299 000
Costo del personale1 548 0001 493 0002 888 0002 863 000
Costi per servizi5 331 0005 153 00010 646 0009 710 000
Altri costi operativi2 241 0001 274 0004 202 0002 768 000
Altri proventi non ricorrenti-774 00048 000--
Altri oneri non ricorrenti----
EBITDA15 099 0007 877 00019 055 0008 307 000
Ammortamenti3 390 0003 322 0007 063 0007 304 000
Accantonamenti per rischi, oneri e svalutazioni222 000631 000-349 0004 278 000
EBIT11 322 0003 857 00012 341 000-3 275 000

Saldo gestione finanziaria

322 000-950 000-558 000-895 000
a) Proventi Finanziari3 365 0001 850 0003 723 0003 531 000
b) Oneri Finanziari3 805 0002 105 0004 216 0004 958 000
c) Altri Proventi (Oneri) Finanziari762 000-695 000-65 000532 000
Ripristini (svalutazioni) / Plusvalenze (Minusvalenze)659 00050 000-1 098 000-1 808 000

Risultato prima delle imposte

12 303 0002 957 00010 685 000-5 978 000
Imposte sul reddito4 895 0001 845 0004 845 0002 650 000
Risultato netto attività di funzionamento----
Risultato attività destinata a cessare----

Risultato netto

7 408 0001 112 0005 840 000-8 628 000
Risultato di pertinenza di terzi10 0009 00019 0007 000
Risultato di pertinenza del Gruppo7 398 0001 103 0005 821 000-8 635 000
Dernières Valeurs Consultées
BIT
ENI
Eni
Inscrivez-vous aujourd'hui pour consulter ce titre en streaming sur le Moniteur ADVFN. Vous pourrez ajouter et visualiser jusqu'à 110 des vos actions préférée et c'est complètement gratuit..

Se connecter à ADVFN
S'inscrire maintenant
Les cours EURONEXT (CAC 40, etc. ) et FOREX (les devises) sont en direct si connecté.
NYSE, AMEX, et ASX sont en différé d'environ 20 minutes. Les autres cours sont en différé d'environ 15 minutes.

En accédant aux services disponibles de ADVFN, vous acceptez les Conditions Générales de ADVFN Conditions Générales

P: V:fr D:20230201 20:31:02